Lo studio evidenzia come dagli anni Novanta ad oggi tutta una serie di fattori estremamente condizionanti, dalla globalizzazione alle lacune del sistema informativo, abbia alimentato nei teatranti l'idea di dovere e potere essere uno degli elementi che all'interno della polis producono democrazia. Seguendo, in particolare, i percorsi di Marco Martinelli, di Motus, dell'Accademia degli Artefatti e della Valdoca, il saggio esamina i linguaggi teatrali che si sono recentemente costituiti a seguito dell'immissione di concreti elementi di realtà all'interno dei processi di composizione.

Per incominciare a parlare di "linguaggi di realtà"

GUCCINI, GERARDO
2010

Abstract

Lo studio evidenzia come dagli anni Novanta ad oggi tutta una serie di fattori estremamente condizionanti, dalla globalizzazione alle lacune del sistema informativo, abbia alimentato nei teatranti l'idea di dovere e potere essere uno degli elementi che all'interno della polis producono democrazia. Seguendo, in particolare, i percorsi di Marco Martinelli, di Motus, dell'Accademia degli Artefatti e della Valdoca, il saggio esamina i linguaggi teatrali che si sono recentemente costituiti a seguito dell'immissione di concreti elementi di realtà all'interno dei processi di composizione.
G. Guccini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/94256
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact