Il saggio analizza la nascita e l'evoluzione di un'associazione del clero urbano lucchese che svolse un ruolo significativo nei secoli XII-XIV, per poi confluire, nel 1490, nell'"universitas" dei cappellani della cattedrale di Lucca. Il contributo illustra le diverse tipologie della ricca documentazione conservata nell'archivio diocesano di Lucca (costituzioni, pergamene sciolte, obituari, registri patrimoniali, inventari), ed in particolare nell'archivio della congregazione dei cappellani lucchesi, sinora non inventariato. Sulla base di tale documentazione (del tutto inedita) esso esamina non solo la stratificazione delle norme statutarie ma altresì i rapporti tra le diverse chiese cittadine nella fase di formazione del tessuto parrocchiale; la distribuzione dei possessi patrimoniali della congregazione; i rapporti tra i cappellani della congregazione, il Comune cittadino ed un ceto laicale che emerge progressivamente nella società cittadina e nell'area suburbana delle "Sei miglia". La lettura incrociata delle norme statutarie sulla liturgia funeraria, degli obituari, dei testamenti di parroci e benefattori laici consente di cogliere importanti aspetti della mentalità religiosa di chierici e laici. Questo saggio ostituisce la premessa di un più ampio lavoro sulla congregazione dei cappellani lucchesi, di cui l'autore pubblicherà integralmente i testi statutari, gli obituari e (in forma integrale o di regesto) le pergamene medievali.

Il "conventus" dei cappellani delle chiese cittadine di Lucca nelle fonti dell'Archivio arcivescovile

SAVIGNI, RAFFAELE
2010

Abstract

Il saggio analizza la nascita e l'evoluzione di un'associazione del clero urbano lucchese che svolse un ruolo significativo nei secoli XII-XIV, per poi confluire, nel 1490, nell'"universitas" dei cappellani della cattedrale di Lucca. Il contributo illustra le diverse tipologie della ricca documentazione conservata nell'archivio diocesano di Lucca (costituzioni, pergamene sciolte, obituari, registri patrimoniali, inventari), ed in particolare nell'archivio della congregazione dei cappellani lucchesi, sinora non inventariato. Sulla base di tale documentazione (del tutto inedita) esso esamina non solo la stratificazione delle norme statutarie ma altresì i rapporti tra le diverse chiese cittadine nella fase di formazione del tessuto parrocchiale; la distribuzione dei possessi patrimoniali della congregazione; i rapporti tra i cappellani della congregazione, il Comune cittadino ed un ceto laicale che emerge progressivamente nella società cittadina e nell'area suburbana delle "Sei miglia". La lettura incrociata delle norme statutarie sulla liturgia funeraria, degli obituari, dei testamenti di parroci e benefattori laici consente di cogliere importanti aspetti della mentalità religiosa di chierici e laici. Questo saggio ostituisce la premessa di un più ampio lavoro sulla congregazione dei cappellani lucchesi, di cui l'autore pubblicherà integralmente i testi statutari, gli obituari e (in forma integrale o di regesto) le pergamene medievali.
Il patrimonio documentario della Chiesa di Lucca. Prospettive di ricerca
157
185
R. Savigni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/93936
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact