Arbasino e lo 'charme' del non finito (in margine all'edizione dei Meridiani)