La scala della relazione fra insegnanti e alunni (STRS) è uno strumento standardizzato che misura la qualità della relazione su tre dimensioni: il conflitto, la vicinanza e la dipendenza. Gli scopi del nostro lavoro sono tre: contribuire alla validazione italiana della STRS, esaminare se fattori quali età, genere ed etnia dell’alunno siano associati ad aspetti diversi della relazione e verificare se questo strumento può costituire un indicatore, in termini di rischio o di protezione, rispetto al grado di adattamento scolastico e sociale dell’alunno. La popolazione indagata comprende 42 insegnanti che hanno valutato la loro relazione con 888 alunni di scuola primaria (8-10 anni). I risultati mostrano in primo luogo che la soluzione a tre fattori proposta dal modello originario non è soddisfacente nella popolazione italiana; siamo pertanto arrivati a validare un modello fattoriale confermativo a cinque fattori, utile per tratteggiare in modo più specifico gli aspetti della relazione indagata. In linea con i risultati della letteratura, le variabili età, genere ed etnia dell’alunno costituiscono fattori in grado di differenziare la qualità della relazione. Inoltre, abbiamo verificato che una relazione affettuosa costituisce un fattore protettivo rispetto all’adattamento dell’alunno mentre un’eccessiva dipendenza e la percezione di difficoltà educative costituiscono fattori di rischio. Questi risultati suggeriscono che la versione italiana della STRS può essere un utile strumento sia per la ricerca che per le applicazioni in ambito scolastico.

La relazione fra insegnanti e alunni nella scuola primaria: un contributo alla validazione italiana della Student-Teacher Relationship Scale (STRS)

MELOTTI, GIANNINO
2010

Abstract

La scala della relazione fra insegnanti e alunni (STRS) è uno strumento standardizzato che misura la qualità della relazione su tre dimensioni: il conflitto, la vicinanza e la dipendenza. Gli scopi del nostro lavoro sono tre: contribuire alla validazione italiana della STRS, esaminare se fattori quali età, genere ed etnia dell’alunno siano associati ad aspetti diversi della relazione e verificare se questo strumento può costituire un indicatore, in termini di rischio o di protezione, rispetto al grado di adattamento scolastico e sociale dell’alunno. La popolazione indagata comprende 42 insegnanti che hanno valutato la loro relazione con 888 alunni di scuola primaria (8-10 anni). I risultati mostrano in primo luogo che la soluzione a tre fattori proposta dal modello originario non è soddisfacente nella popolazione italiana; siamo pertanto arrivati a validare un modello fattoriale confermativo a cinque fattori, utile per tratteggiare in modo più specifico gli aspetti della relazione indagata. In linea con i risultati della letteratura, le variabili età, genere ed etnia dell’alunno costituiscono fattori in grado di differenziare la qualità della relazione. Inoltre, abbiamo verificato che una relazione affettuosa costituisce un fattore protettivo rispetto all’adattamento dell’alunno mentre un’eccessiva dipendenza e la percezione di difficoltà educative costituiscono fattori di rischio. Questi risultati suggeriscono che la versione italiana della STRS può essere un utile strumento sia per la ricerca che per le applicazioni in ambito scolastico.
L. Molinari; G. Melotti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/93097
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact