Digestato in campo: vantaggi agronomici e ambientali