Nel presente lavoro, partendo dall’analisi delle problematiche di restauro degli edifici moderni, vengono tratteggiate le linee guida di un protocollo diagnostico ad hoc per tali edifici, che permetta di individuare le caratteristiche dei materiali originali, per un intervento di restauro compatibile. In particolare tale protocollo viene applicato a campioni di intonaci e malte provenienti dagli apparati decorativi di Villa Gina a Borgo Panigale (Bologna, 1900, Attilio Muggia), recentemente inclusa dalla Soprintendenza tra beni architettonici tutelati e oggi in stato di forte degrado.

Problemi di diagnostica e restauro dei materiali dell’architettura Liberty: il caso di villa Gina a Bologna

BALDAZZI, LUCA;MANZI, STEFANIA;SANDROLINI, FRANCO;FRANZONI, ELISA
2010

Abstract

Nel presente lavoro, partendo dall’analisi delle problematiche di restauro degli edifici moderni, vengono tratteggiate le linee guida di un protocollo diagnostico ad hoc per tali edifici, che permetta di individuare le caratteristiche dei materiali originali, per un intervento di restauro compatibile. In particolare tale protocollo viene applicato a campioni di intonaci e malte provenienti dagli apparati decorativi di Villa Gina a Borgo Panigale (Bologna, 1900, Attilio Muggia), recentemente inclusa dalla Soprintendenza tra beni architettonici tutelati e oggi in stato di forte degrado.
Atti del 10° convegno nazionale AIMAT
29
32
L. Baldazzi; S. Manzi; F. Sandrolini; E. Franzoni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/92592
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact