Le circostanze del primo, fatale incontro fra la Monaca di Monza e il giovane e sfaccendato nobilotto Egidio (uno sguardo malizioso e una parola di troppo pronunciata dall’alto di una finestra affacciata sul cortile del convento), si prestano a una rilettura sub speculo iuris. Secondo una consolidata communis opinio ancora in osservanza nel Seicento, il secolo de I promessi sposi manzoniani, quella finestra non doveva esserci o, per meglio dire, avrebbe potuto non esserci se il dante causa fosse stato in grado di dimostrare in giudizio che essa era stata aperta all’esclusivo fine di violare con sguardo malizioso l’intimità della clausura. Nicoletta Sarti, A window, a courtyard, a nun. A famous Manzoni’s passage «sub speculo iuris» The description of the first, fateful meeting between the Nun of Monza and the young and lazy noble Egidio (a window of Egidio’s palace overlooking the courtyard of Matilde’s convent), seemed to be liable of a reading in the legal mirror. According to a long-lasting communis opinio, which was still in force in the Century (XVIIth) of I promessi sposi – the masterpiece of Alessandro Manzoni –, a window like that had not to be there. Or, it is better to say, it ought to have been removed if the litigant proved to the Court that the window had been built for the exclusive and malicious reason of violating the sacred privacy of the nuns.

Una finestra, un cortile, una monaca. Un famoso passo manzoniano «sub speculo iuris» / Nicoletta Sarti. - In: ARCHIVIO GIURIDICO FILIPPO SERAFINI. - ISSN 2282-2828. - STAMPA. - CLIII:4(2021), pp. 925-969.

Una finestra, un cortile, una monaca. Un famoso passo manzoniano «sub speculo iuris».

Nicoletta Sarti
2021

Abstract

Le circostanze del primo, fatale incontro fra la Monaca di Monza e il giovane e sfaccendato nobilotto Egidio (uno sguardo malizioso e una parola di troppo pronunciata dall’alto di una finestra affacciata sul cortile del convento), si prestano a una rilettura sub speculo iuris. Secondo una consolidata communis opinio ancora in osservanza nel Seicento, il secolo de I promessi sposi manzoniani, quella finestra non doveva esserci o, per meglio dire, avrebbe potuto non esserci se il dante causa fosse stato in grado di dimostrare in giudizio che essa era stata aperta all’esclusivo fine di violare con sguardo malizioso l’intimità della clausura. Nicoletta Sarti, A window, a courtyard, a nun. A famous Manzoni’s passage «sub speculo iuris» The description of the first, fateful meeting between the Nun of Monza and the young and lazy noble Egidio (a window of Egidio’s palace overlooking the courtyard of Matilde’s convent), seemed to be liable of a reading in the legal mirror. According to a long-lasting communis opinio, which was still in force in the Century (XVIIth) of I promessi sposi – the masterpiece of Alessandro Manzoni –, a window like that had not to be there. Or, it is better to say, it ought to have been removed if the litigant proved to the Court that the window had been built for the exclusive and malicious reason of violating the sacred privacy of the nuns.
2021
Una finestra, un cortile, una monaca. Un famoso passo manzoniano «sub speculo iuris» / Nicoletta Sarti. - In: ARCHIVIO GIURIDICO FILIPPO SERAFINI. - ISSN 2282-2828. - STAMPA. - CLIII:4(2021), pp. 925-969.
Nicoletta Sarti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Sarti AG.pdf

embargo fino al 31/12/2024

Descrizione: articolo in rivista
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso libero gratuito
Dimensione 554.5 kB
Formato Adobe PDF
554.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Contatta l'autore

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/904763
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact