Un'ulteriore occasione perduta per chiarire la natura della TIA