L'utilizzo di istituti e di regole del diritto civile non determina di per sè il mutamento della natura giuridica del rapporto di pubblico impiego. L'impatto innovativo delle disposizioni legislative in materia non è così dirompente come si potrebbe essere indotti a ritenere, non collocando in un contesto unitario le varie e distinte previsioni di cui la disciplina si compone. Invero, se si vuole utilizzare la parola "privatizzazione", essa deve essere intesa nel più limitato senso che il legislatore ha ritenuto, gradualmente, integrare la disciplina del personale pubblico con regole dettate per l'impiego privato nella convinzione di incrementare l'efficienza delle pubbliche amministrazioni. Peraltro, il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, a prescindere dalle denominazioni utilizzate dal legislatore, conserva una natura giuridica di diritto pubblico, trattandosi di una qualificazione che discende dalla rispondenza al pubblico interesse di ogni fase del rapporto, dalla disciplina organizzativa applicabile alle pubbliche amministrazioni e dalla circostanza che la prestazione lavorativa del pubblico dipendente consiste, in tutto o in parte, nell'esercizio di funzioni pubbliche.

Il rapporto di impiego con gli enti pubblici e la funzione amministrativa

CALCAGNILE, MASSIMO
2010

Abstract

L'utilizzo di istituti e di regole del diritto civile non determina di per sè il mutamento della natura giuridica del rapporto di pubblico impiego. L'impatto innovativo delle disposizioni legislative in materia non è così dirompente come si potrebbe essere indotti a ritenere, non collocando in un contesto unitario le varie e distinte previsioni di cui la disciplina si compone. Invero, se si vuole utilizzare la parola "privatizzazione", essa deve essere intesa nel più limitato senso che il legislatore ha ritenuto, gradualmente, integrare la disciplina del personale pubblico con regole dettate per l'impiego privato nella convinzione di incrementare l'efficienza delle pubbliche amministrazioni. Peraltro, il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, a prescindere dalle denominazioni utilizzate dal legislatore, conserva una natura giuridica di diritto pubblico, trattandosi di una qualificazione che discende dalla rispondenza al pubblico interesse di ogni fase del rapporto, dalla disciplina organizzativa applicabile alle pubbliche amministrazioni e dalla circostanza che la prestazione lavorativa del pubblico dipendente consiste, in tutto o in parte, nell'esercizio di funzioni pubbliche.
Calcagnile, Massimo
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/90206
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact