Il saggio analizza il significato che il "diritto al libero sviluppo della propria personalità" (art. 2, comma 1, della Legge Fondamentale tedesca) ha assunto nell'interpretazione del Bundesverfassungsgericht e della dottrina. Nelle sue due declinazioni di "generale libertà di azione" e, in connessione con la "dignità umana" (art. 1 Grundgesetz), di "diritto generale della personalità", esso riesce a garantire una protezione costituzionale "prima facie" a qualsiasi condotta o status del consociato, garantendo la possibilità per il singolo di far valere giudizialmente la proporzionalità di ogni intervento limitativo del pubblico potere.

Il libero sviluppo della personalità nella giurisprudenza del Tribunale costituzionale federale. Un diritto per tutte le stagioni?

PEDRINI, FEDERICO
2006

Abstract

Il saggio analizza il significato che il "diritto al libero sviluppo della propria personalità" (art. 2, comma 1, della Legge Fondamentale tedesca) ha assunto nell'interpretazione del Bundesverfassungsgericht e della dottrina. Nelle sue due declinazioni di "generale libertà di azione" e, in connessione con la "dignità umana" (art. 1 Grundgesetz), di "diritto generale della personalità", esso riesce a garantire una protezione costituzionale "prima facie" a qualsiasi condotta o status del consociato, garantendo la possibilità per il singolo di far valere giudizialmente la proporzionalità di ogni intervento limitativo del pubblico potere.
QUADERNI COSTITUZIONALI
F. PEDRINI
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/89897
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact