La violazione dell'autodeterminazione è, dunque, autonomamente risarcibile