Sulla scorta degli eventi organizzati dall’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna per ricordare Emma Pezemo, studentessa vittima di femminicidio, l’obiettivo del presente articolo è quello di riflettere sull’annosa questione della riparazione nei confronti delle vittime di reato. Successivamente, la sentenza del 27 maggio 2021 pronunciata dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (J.L. v. Italy - 5671/16) fornisce un ulteriore spunto per ritornare sui fenomeni di vittimizzazione secondaria.

In memoria di Emma Pezemo: violenza di genere e vittimizzazione secondaria

Sette, R
2022

Abstract

Sulla scorta degli eventi organizzati dall’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna per ricordare Emma Pezemo, studentessa vittima di femminicidio, l’obiettivo del presente articolo è quello di riflettere sull’annosa questione della riparazione nei confronti delle vittime di reato. Successivamente, la sentenza del 27 maggio 2021 pronunciata dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (J.L. v. Italy - 5671/16) fornisce un ulteriore spunto per ritornare sui fenomeni di vittimizzazione secondaria.
2022
Sette, R
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
articolo_rivistaconflittologia_emmapezemo_2022.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso libero gratuito
Dimensione 475.1 kB
Formato Adobe PDF
475.1 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/890404
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact