La scienziata dimostra il suo continuativo impegno socioletterario; dato l'aumentato numero di dottorati e quindi l'eccesso di firme giovani che chiedono ed esigono spazio a tutti i costi, l’ autrice non solo indica a tutti i colleghi e colleghe le caratteristiche di una realtà divenuta anche per questo molto aggressiva, ma esemplarmente lei stessa opta per soluzioni compositive di piccola risoluzione, ovvero produce opere che occupano molte meno pagine invitando anche gli altri però ad un progressivo autocontenimento. Questo breve testo dimostra che la autrice stessa verifica i livelli di interpretazione dei suoi testi soprattutto quelli più densi e complessi anche ad anni di distanza. Trattasi di un esempio coerente di sintesi autoriale, che fa intravvedere anche le recenti ricerche nel settore delle tecnologie, veicolandone il senso anche in forme particolari e con stile surreale: soprattutto quando si tratti di aree delicate del sapere specialistico che deriva dalla sua ricerca avanzata in fase di continua verifica. Ecco quindi che il suo ibridato stilistico riflette una compresenza di dati certi e di affermazioni surreali ed iperboliche nel suo costante impegno a volere rilanciare una competenza dell'arte retorica che non risulti in una stilistica appiattita come quella attuale tenderebbe ad essere. Il rilancio del valore della prosa astratta e della testualità concettuale si evince in questa sua dichiarazione di alta metaforicità di testi destinati infatti a lettori che abbiano una cultura effettivamente assai composita per potere comprendere intertestualmente i suoi immaginifici paragrafi.

I Minima Textualia di Graziella Tonfoni (Il Cubo 2007-2008, Università degli Studi di Bologna)

TONFONI, GRAZIELLA
2010

Abstract

La scienziata dimostra il suo continuativo impegno socioletterario; dato l'aumentato numero di dottorati e quindi l'eccesso di firme giovani che chiedono ed esigono spazio a tutti i costi, l’ autrice non solo indica a tutti i colleghi e colleghe le caratteristiche di una realtà divenuta anche per questo molto aggressiva, ma esemplarmente lei stessa opta per soluzioni compositive di piccola risoluzione, ovvero produce opere che occupano molte meno pagine invitando anche gli altri però ad un progressivo autocontenimento. Questo breve testo dimostra che la autrice stessa verifica i livelli di interpretazione dei suoi testi soprattutto quelli più densi e complessi anche ad anni di distanza. Trattasi di un esempio coerente di sintesi autoriale, che fa intravvedere anche le recenti ricerche nel settore delle tecnologie, veicolandone il senso anche in forme particolari e con stile surreale: soprattutto quando si tratti di aree delicate del sapere specialistico che deriva dalla sua ricerca avanzata in fase di continua verifica. Ecco quindi che il suo ibridato stilistico riflette una compresenza di dati certi e di affermazioni surreali ed iperboliche nel suo costante impegno a volere rilanciare una competenza dell'arte retorica che non risulti in una stilistica appiattita come quella attuale tenderebbe ad essere. Il rilancio del valore della prosa astratta e della testualità concettuale si evince in questa sua dichiarazione di alta metaforicità di testi destinati infatti a lettori che abbiano una cultura effettivamente assai composita per potere comprendere intertestualmente i suoi immaginifici paragrafi.
2010
TONFONI G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/88710
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact