Il marchio comunitario, oggi "marchio dell'Unione europea" riveste un'importanza crescente nel diritto dell'Unione post-Lisbona, rivelandosi un tema sempre più attuale e, al contempo, controverso. In particolare, l'evoluzione giurisprudenziale e, soprattutto, normativa di riferimento hanno fatto affiorare questioni giuridiche di un certo interesse, oltre a una spiccata esigenza di razionalizzazione della materia. L'articolo si propone di fare luce sull'argomento, concentrandosi in particolare sulla portata dei principali diritti a favore del titolare del marchio dell'Unione europea e sui limiti che ad esso si possono validamente opporre.

Il marchio dell'Unione europea tra legislazione e giurisprudenza: la recente evoluzione del diritto dei marchi UE

Federico Ferri
2017

Abstract

Il marchio comunitario, oggi "marchio dell'Unione europea" riveste un'importanza crescente nel diritto dell'Unione post-Lisbona, rivelandosi un tema sempre più attuale e, al contempo, controverso. In particolare, l'evoluzione giurisprudenziale e, soprattutto, normativa di riferimento hanno fatto affiorare questioni giuridiche di un certo interesse, oltre a una spiccata esigenza di razionalizzazione della materia. L'articolo si propone di fare luce sull'argomento, concentrandosi in particolare sulla portata dei principali diritti a favore del titolare del marchio dell'Unione europea e sui limiti che ad esso si possono validamente opporre.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/876346
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact