Il contributo riguarda la fase giudiziale della procedure di infrazione attivata dalla Commissione europea ai fini dell’accertamento delle presunte violazioni commesse da Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca rispetto a obblighi di ricollocazione di richiedenti asilo derivanti dalla decisione (UE) 2015/1601 (C-715/17, C-718/17, C-719/17). Nel lavoro vengono analizzate le conclusioni dell’Avvocato generale, che ha ravvisato la sussistenza dei profili di responsabilità individuati dalla Commissione.

L’assassino è il maggiordomo? Primi rilievi sulle conclusioni dell’Avvocato generale nel giudizio di infrazione contro Polonia, Ungheria e Repubblica ceca in materia di ricollocazioni

Federico Ferri
2019

Abstract

Il contributo riguarda la fase giudiziale della procedure di infrazione attivata dalla Commissione europea ai fini dell’accertamento delle presunte violazioni commesse da Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca rispetto a obblighi di ricollocazione di richiedenti asilo derivanti dalla decisione (UE) 2015/1601 (C-715/17, C-718/17, C-719/17). Nel lavoro vengono analizzate le conclusioni dell’Avvocato generale, che ha ravvisato la sussistenza dei profili di responsabilità individuati dalla Commissione.
QUADERNI DI SIDIBLOG
Federico Ferri
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/876016
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact