“Il percorso verso la condizione d’adulto propone in après-coup le vicende infantili di strutturazione del Sé, insieme ai nuovi passaggi evolutivi….” (Moniello, Maltese, 1997, p 22), è “un a-posteriori che dà luogo a una temporalità in continua evoluzione” (Kancyper, 1997, p. 71), è quindi una risignificazione, una ri-trascrizione della storia passata, a meno che tale processo non incontri imponenti “sassi”, cioè situazioni di scacco evolutivo, che possono compromettere la rielaborazione affettiva e cognitiva. L’adolescenza, come Evento somatopsichico, permette quindi di accedere ad un nuovo processo di significazione e di ritrascrivere le esperienze infantili, alla luce anche della nuova fase libidica.Al di là delle differenze legate alle diversità delle epoche e dei contesti socioambientali, operano delle “costanti dello stato adolescenziale” che caratterizzano il territorio adolescenziale: “la costanza dei cambiamenti che toccano l’economia psichica degli adolescenti. Questo primato dell’aspetto economico risiede innanzitutto nella massività e globalità del processo adolescenziale che ingloba, in una congiunzione unica nella vita, il corpo, la psiche e il posto simbolico dell’adolescente nella società. (…) Sono parte integrante del processo dell’adolescenza: 1) la ridefinizione delle frontiere tra l’adolescente e il suo ambiente, tra lo spazio psichico interno e il mondo esterno. (…); 2) la difficoltà di rappresentarsi il processo di cambiamento; 3) la problematica dello scambio, impregnata di potenziale violenza. (Jammet, 1999, pp. 65-66)

Adolescenza: lo spazio psichico allargato

MONTI, FIORELLA
2009

Abstract

“Il percorso verso la condizione d’adulto propone in après-coup le vicende infantili di strutturazione del Sé, insieme ai nuovi passaggi evolutivi….” (Moniello, Maltese, 1997, p 22), è “un a-posteriori che dà luogo a una temporalità in continua evoluzione” (Kancyper, 1997, p. 71), è quindi una risignificazione, una ri-trascrizione della storia passata, a meno che tale processo non incontri imponenti “sassi”, cioè situazioni di scacco evolutivo, che possono compromettere la rielaborazione affettiva e cognitiva. L’adolescenza, come Evento somatopsichico, permette quindi di accedere ad un nuovo processo di significazione e di ritrascrivere le esperienze infantili, alla luce anche della nuova fase libidica.Al di là delle differenze legate alle diversità delle epoche e dei contesti socioambientali, operano delle “costanti dello stato adolescenziale” che caratterizzano il territorio adolescenziale: “la costanza dei cambiamenti che toccano l’economia psichica degli adolescenti. Questo primato dell’aspetto economico risiede innanzitutto nella massività e globalità del processo adolescenziale che ingloba, in una congiunzione unica nella vita, il corpo, la psiche e il posto simbolico dell’adolescente nella società. (…) Sono parte integrante del processo dell’adolescenza: 1) la ridefinizione delle frontiere tra l’adolescente e il suo ambiente, tra lo spazio psichico interno e il mondo esterno. (…); 2) la difficoltà di rappresentarsi il processo di cambiamento; 3) la problematica dello scambio, impregnata di potenziale violenza. (Jammet, 1999, pp. 65-66)
I giovani e la grafologia: le ragioni di un incontro
115
125
F. Monti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/87456
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact