Di recente tornato alla luce e ora custodito presso la Biblioteca dell'Università Cattolica di Milano, il dattiloscritto su cui si fonda la pubblicazione su «Officina» (maggio 1955) della terza delle quattro puntate del Libro delle Furie di Carlo Emilio Gadda consente di illuminare ulteriormente il cantiere di Eros e Priapo. Gli autori, che nel 2016 hanno curato per Adelphi la versione originale del pamphlet antimussoliniano, risalente al 1944-1945, propongono qui l’edizione critica del dattiloscritto e uno studio della genesi di questa tappa del complesso iter elaborativo del testo, a partire dal rapporto tra Gadda, Pasolini e la redazione di «Officina». Emerge così come Gadda intendesse, prima che il lavoro intorno al seguito del Pasticciaccio lo assorbisse completamente, pubblicare sulla rivista l’intero Capitolo III di Eros e Priapo, il più complesso e ambizioso della sua indagine sull’origine narcissica di tutti i fascismi. Ed emergono insieme le ragioni, sottili e affascinanti, della profonda congruenza fra il suo progetto e quello che animava Pasolini e i suoi sodali Leonetti e Roversi.

Nel cantiere del "Libro delle Furie", "Testo", LXII, 2 (2021), pp. 41-56

Paola Maria Carmela Italia
2021

Abstract

Di recente tornato alla luce e ora custodito presso la Biblioteca dell'Università Cattolica di Milano, il dattiloscritto su cui si fonda la pubblicazione su «Officina» (maggio 1955) della terza delle quattro puntate del Libro delle Furie di Carlo Emilio Gadda consente di illuminare ulteriormente il cantiere di Eros e Priapo. Gli autori, che nel 2016 hanno curato per Adelphi la versione originale del pamphlet antimussoliniano, risalente al 1944-1945, propongono qui l’edizione critica del dattiloscritto e uno studio della genesi di questa tappa del complesso iter elaborativo del testo, a partire dal rapporto tra Gadda, Pasolini e la redazione di «Officina». Emerge così come Gadda intendesse, prima che il lavoro intorno al seguito del Pasticciaccio lo assorbisse completamente, pubblicare sulla rivista l’intero Capitolo III di Eros e Priapo, il più complesso e ambizioso della sua indagine sull’origine narcissica di tutti i fascismi. Ed emergono insieme le ragioni, sottili e affascinanti, della profonda congruenza fra il suo progetto e quello che animava Pasolini e i suoi sodali Leonetti e Roversi.
TESTO
Paola Maria Carmela Italia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/861816
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact