Se l’opinione comune secondo la quale i medici non debbano commettere errori è ormai consolidata, non si deve però dimenticare che l’incertezza è profondamente connaturata nella pratica stessa della medicina e che nessun atto terapeutico è esente dalla possibilità di errore. Gli errori in radiologia non sono i più frequenti, ma sono tra quelli che comportano i rischi più alti. Spiacevoli sequele di accuse o rimpianti, equamente divisi tra coloro che ricevono il trattamento e coloro che lo erogano, mostrano chiaramente che quando le cose non vanno, ci sono spesso due vittime: il paziente e chi ha prestato le cure. Ciò che importa adesso non è tanto di capire chi ha fatto un errore, ma quali sono state le condizioni che l’hanno reso possibile e cosa si può fare per impedire riaccada di nuovo.

Errore e incertezza in Radiologia

Fughelli P;Zompatori M
2020

Abstract

Se l’opinione comune secondo la quale i medici non debbano commettere errori è ormai consolidata, non si deve però dimenticare che l’incertezza è profondamente connaturata nella pratica stessa della medicina e che nessun atto terapeutico è esente dalla possibilità di errore. Gli errori in radiologia non sono i più frequenti, ma sono tra quelli che comportano i rischi più alti. Spiacevoli sequele di accuse o rimpianti, equamente divisi tra coloro che ricevono il trattamento e coloro che lo erogano, mostrano chiaramente che quando le cose non vanno, ci sono spesso due vittime: il paziente e chi ha prestato le cure. Ciò che importa adesso non è tanto di capire chi ha fatto un errore, ma quali sono state le condizioni che l’hanno reso possibile e cosa si può fare per impedire riaccada di nuovo.
Atti del 52° Congresso Nazionale della Società Italiana di Storia della Medicina
260
262
Fughelli P; Zompatori M
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/854353
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact