This study outlines some major changes in modern universities – particularly those in Italy – and explores the pandemic crisis (and the way it forced teachers to adopt new digital tools) in a broader historical framework. In doing so, it finds that there is an ideological link between a particular concept of e-learning and the so-called University of Excellence, which is increasingly dominated by the market economy. The first step involves breaking down stereotypes and refuting false premises, in particular the keywords innovation and inclusion, in the hegemonic narrative on digital technology and education. The article then questions some choices and strategic acts to resist these transformations and to counteract the progressive and inexorable dismantling of any idea of public university in Italy.

Il saggio descrive criticamente alcune grandi trasformazioni dell’università contemporanea, in particolare in Italia, per storicizzare e contestualizzare l’emergenza pandemica e l’uso forzoso di nuove tecnologie digitali per l’insegnamento, nella logica di una grande sperimentazione di massa. L’obiettivo è mettere a fuoco il nesso ideologico tra una certa idea dell’insegnamento a distanza e la cosiddetta Università dell’Eccellenza, in un contesto sempre più governato dall’economia di mercato. La prima mossa è decostruire alcuni luoghi comuni e falsi assunti nella narrazione egemone sulle tecnologie digitali applicate all’insegnamento, in particolare le parole-chiave innovazione e inclusione, che alimentano la retorica del cosiddetto Ed-Tech Speak. In un secondo tempo, il saggio si interroga sulle opzioni e sulle scelte strategiche con cui resistere a queste trasformazioni e combattere il progressivo, inesorabile smantellamento dell’università pubblica italiana.

Emergenza Covid e università dell’eccellenza: is there no alternative?

Federico Bertoni
2021

Abstract

Il saggio descrive criticamente alcune grandi trasformazioni dell’università contemporanea, in particolare in Italia, per storicizzare e contestualizzare l’emergenza pandemica e l’uso forzoso di nuove tecnologie digitali per l’insegnamento, nella logica di una grande sperimentazione di massa. L’obiettivo è mettere a fuoco il nesso ideologico tra una certa idea dell’insegnamento a distanza e la cosiddetta Università dell’Eccellenza, in un contesto sempre più governato dall’economia di mercato. La prima mossa è decostruire alcuni luoghi comuni e falsi assunti nella narrazione egemone sulle tecnologie digitali applicate all’insegnamento, in particolare le parole-chiave innovazione e inclusione, che alimentano la retorica del cosiddetto Ed-Tech Speak. In un secondo tempo, il saggio si interroga sulle opzioni e sulle scelte strategiche con cui resistere a queste trasformazioni e combattere il progressivo, inesorabile smantellamento dell’università pubblica italiana.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Emergenza_ Covid.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CCBYNCND)
Dimensione 600.48 kB
Formato Adobe PDF
600.48 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/854103
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact