La censura come dispositivo di governance