La potenziale pericolosità di scenari incidentali dovuti alla perdita di contenimento di sostanze pericolose in impianti industriali iniziati da eventi naturali quali i sismi è ben nota. In Turchia e più recentemente in Cina si sono avuti esempi significativi relativi alla severità che possono assumere per la popolazione, già colpita dagli effetti dell'evento naturale, gli sviluppi dovuti al rilascio di sostanze pericolose in impianti industriali (incendi, nubi tossiche, inquinamento delle acque, etc.). Questa tipologia di eventi, definiti eventi "NaTech" (naturali-tecnologici), risultano particolarmente critici nella gestione delle emergenze a causa della possibilità di “guasti di causa comune”, che possono portare all’indisponibilità di infrastrutture (danneggiamento di impianti antincendio, danneggiamento di bacini di contenimento, ostruzione di vie di evacuazione, etc.), e al cedimento contemporaneo di più apparecchiature di processo in zone diverse dell’installazione, causate dall'impatto dell'evento naturale, nonché al sovraccarico della struttura di intervento. Nell'ambito del presente studio si è affrontato il monitoraggio del rischio sismico in impianti industriali, con riferimento specifico alla situazione della Regione Emilia Romagna.

Incidenti rilevanti in impianti industriali dovuti ad eventi sismici: monitoraggio e valutazione del rischio

MORRA, PAMELA;ANTONIONI, GIACOMO;SPADONI, GIGLIOLA;COZZANI, VALERIO
2009

Abstract

La potenziale pericolosità di scenari incidentali dovuti alla perdita di contenimento di sostanze pericolose in impianti industriali iniziati da eventi naturali quali i sismi è ben nota. In Turchia e più recentemente in Cina si sono avuti esempi significativi relativi alla severità che possono assumere per la popolazione, già colpita dagli effetti dell'evento naturale, gli sviluppi dovuti al rilascio di sostanze pericolose in impianti industriali (incendi, nubi tossiche, inquinamento delle acque, etc.). Questa tipologia di eventi, definiti eventi "NaTech" (naturali-tecnologici), risultano particolarmente critici nella gestione delle emergenze a causa della possibilità di “guasti di causa comune”, che possono portare all’indisponibilità di infrastrutture (danneggiamento di impianti antincendio, danneggiamento di bacini di contenimento, ostruzione di vie di evacuazione, etc.), e al cedimento contemporaneo di più apparecchiature di processo in zone diverse dell’installazione, causate dall'impatto dell'evento naturale, nonché al sovraccarico della struttura di intervento. Nell'ambito del presente studio si è affrontato il monitoraggio del rischio sismico in impianti industriali, con riferimento specifico alla situazione della Regione Emilia Romagna.
L’Ingegneria Sismica in Italia
1
8
C. Dondi; D. Egidi; P. Morra; G. Antonioni; G. Spadoni; V. Cozzani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/84217
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact