La legge n. 56/2014 (“Delrio”) ha uno dei suoi perni nella definitiva istituzione delle Città Metropolitane, cui sono affidate funzioni fondamentali per lo sviluppo del territorio. A cinque anni dalle prime elezioni e dall’insediamento di cinque Consigli Metropolitani, eletti secondo un modello indiretto, il contributo esplora la loro efficacia rappresentativa mediante un esame delle modifiche nella loro composizione, anche alla luce della rappresentanza territoriale e di genere. Si sviluppano quindi alcune considerazioni pertinenti in vista dell’imminente tornata elettorale metropolitana.

Cinque anni dopo. Le disfunzionalità del sistema elettorale e la debole efficacia rappresentativa dei Consigli Metropolitani,

G. Gasperoni;M. Caporale
2021

Abstract

La legge n. 56/2014 (“Delrio”) ha uno dei suoi perni nella definitiva istituzione delle Città Metropolitane, cui sono affidate funzioni fondamentali per lo sviluppo del territorio. A cinque anni dalle prime elezioni e dall’insediamento di cinque Consigli Metropolitani, eletti secondo un modello indiretto, il contributo esplora la loro efficacia rappresentativa mediante un esame delle modifiche nella loro composizione, anche alla luce della rappresentanza territoriale e di genere. Si sviluppano quindi alcune considerazioni pertinenti in vista dell’imminente tornata elettorale metropolitana.
G. Gasperoni; M. Caporale
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/840563
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact