Il 14 e 15 ottobre 2008, nell’ambito delle iniziative della “Festa della Storia” (V edizione), isi è costituito il Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio, di cui questo volume raccoglie gli atti del Convegno Internazionale che ha ufficialmente aperto il DiPaSt dal titolo “Patrimoni culturali tra storia e futuro”, svoltosi presso la prestigiosa sala dello Stabat Mater e a cui hanno partecipato alcuni dei rappresentanti delle sedi europee più all’avanguardia in questo settore. In queste due giornate, distinte in quattro sessioni di studio (I. Insegnare storia oggi: situazioni e prospettive, II. Metodologie e strumenti: tra esperienze e innovazioni, III. Musei e raccolte del patrimonio, IV. Strategie culturali per la valorizzazione del patrimonio), attraverso un confronto europeo sull’insegnamento della storia e del patrimonio, è stato presentato ed ufficialmente aperto il Centro che ha sede presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Il DiPaSt si propone come fulcro e luogo di confronto sullo studio e l’insegnamento della storia e del patrimonio culturale. In particolare attraverso la proposta e la condivisione di presupposti, terminologie, metodi, pratiche e strumenti adottati in varie sedi e paesi, il Centro intende raccogliere e valorizzare l’ampia gamma di esperienze, ricerche, progettazioni e attività condotte negli ultimi decenni a livello nazionale e internazionale nell’ambito della didattica della storia e dell’educazione al patrimonio, del settore dei beni culturali (archivi, biblioteche, centri documentali, musei, pinacoteche) e dell’articolato sistema associativo.

Il Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio. Vivere e salvaguardare il Patrimonio.

BORGHI, BEATRICE;VENTUROLI, CINZIA
2009

Abstract

Il 14 e 15 ottobre 2008, nell’ambito delle iniziative della “Festa della Storia” (V edizione), isi è costituito il Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio, di cui questo volume raccoglie gli atti del Convegno Internazionale che ha ufficialmente aperto il DiPaSt dal titolo “Patrimoni culturali tra storia e futuro”, svoltosi presso la prestigiosa sala dello Stabat Mater e a cui hanno partecipato alcuni dei rappresentanti delle sedi europee più all’avanguardia in questo settore. In queste due giornate, distinte in quattro sessioni di studio (I. Insegnare storia oggi: situazioni e prospettive, II. Metodologie e strumenti: tra esperienze e innovazioni, III. Musei e raccolte del patrimonio, IV. Strategie culturali per la valorizzazione del patrimonio), attraverso un confronto europeo sull’insegnamento della storia e del patrimonio, è stato presentato ed ufficialmente aperto il Centro che ha sede presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Il DiPaSt si propone come fulcro e luogo di confronto sullo studio e l’insegnamento della storia e del patrimonio culturale. In particolare attraverso la proposta e la condivisione di presupposti, terminologie, metodi, pratiche e strumenti adottati in varie sedi e paesi, il Centro intende raccogliere e valorizzare l’ampia gamma di esperienze, ricerche, progettazioni e attività condotte negli ultimi decenni a livello nazionale e internazionale nell’ambito della didattica della storia e dell’educazione al patrimonio, del settore dei beni culturali (archivi, biblioteche, centri documentali, musei, pinacoteche) e dell’articolato sistema associativo.
Patrimoni culturali tra storia e futuro
7
9
B. Borghi; C. Venturoli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/83893
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact