The paper presents the experimentation of rules based on syntactic patterns for the extraction of interpersonal relationships between characters from the opera repertoire of the 18th century. The study illustrates the application of this unsupervised approach to identify this kind of relationships described within the captions accompanying the lists of characters in the librettos. The results demonstrate the effectiveness of the proposed solution in extracting relations defined through formal ontologies with a precision that allows them to be included in a domain knowledge base without further supervision. The experimentation contributes to the elaboration of a formal model for the description of the features of opera characters required for the reconstruction of their profiles. Given the size of the repertoire under examination and the number of characters, the use of automated analysis offers the researcher a useful tool to support the critical analysis of the sources. The ability to reconstruct the network of relationships and the features of the characters is in turn preparatory to the use of the character as a dimension of analysis to reconstruct the complex tradition of this kind of texts.

L’articolo presenta la sperimentazione di regole basate su pattern sintattici per l’estrazione di informazioni relative alle relazioni interpersonali tra i personaggi del repertorio operistico del XVIII secolo. Lo studio illustra l’applicazione di questo approccio non supervisionato per individuare una specifica tipologia di relazioni descritte nelle didascalie che corredano gli elenchi di personaggi presenti nei libretti. I risultati dimostrano l’efficacia della soluzione proposta nell’estrarre relazioni definite in base a ontologie formali con una precisione tale da consentire la loro inclusione in una base di conoscenza di dominio senza supervisione. La sperimentazione si pone come primo contributo all’elaborazione di un modello formale di descrizione delle caratteristiche dei personaggi d’opera utile alla ricostruzione dei rispettivi profili. Data la dimensione del repertorio preso in esame e la numerosità dei suoi personaggi, l’impiego dell’analisi automatizzata offre allo studioso un efficace strumento a supporto dell’analisi critica delle fonti. L’identificazione delle caratteristiche e la ricostruzione della rete di relazioni è propedeutica all’utilizzo del personaggio come chiave di lettura della tradizione dei testi operistici.

Estrazione automatica delle caratteristiche del personaggio d’opera attraverso pattern lessico-sintattici

Bonora, Paolo;Pompilio, Angelo
2021

Abstract

L’articolo presenta la sperimentazione di regole basate su pattern sintattici per l’estrazione di informazioni relative alle relazioni interpersonali tra i personaggi del repertorio operistico del XVIII secolo. Lo studio illustra l’applicazione di questo approccio non supervisionato per individuare una specifica tipologia di relazioni descritte nelle didascalie che corredano gli elenchi di personaggi presenti nei libretti. I risultati dimostrano l’efficacia della soluzione proposta nell’estrarre relazioni definite in base a ontologie formali con una precisione tale da consentire la loro inclusione in una base di conoscenza di dominio senza supervisione. La sperimentazione si pone come primo contributo all’elaborazione di un modello formale di descrizione delle caratteristiche dei personaggi d’opera utile alla ricostruzione dei rispettivi profili. Data la dimensione del repertorio preso in esame e la numerosità dei suoi personaggi, l’impiego dell’analisi automatizzata offre allo studioso un efficace strumento a supporto dell’analisi critica delle fonti. L’identificazione delle caratteristiche e la ricostruzione della rete di relazioni è propedeutica all’utilizzo del personaggio come chiave di lettura della tradizione dei testi operistici.
Bonora, Paolo; Pompilio, Angelo
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/831889
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact