L'ortoressia è una condizione caratterizzata da “un’ossessione patologica per il cibo sano” spesso basata su convinzioni nutrizionali erronee e/o stereotipate. Si tratta di un disturbo psicologico, anche se non ancora collocato nell’ultima edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), centrato sulla preoccupazione eccessiva di mantenere un’alimentazione sana, corretta e salutare che si protrae per lungo tempo con un incisivo impatto negativo sulla qualità di vita dell’individuo. I due test più utilizzati per indagare la presenza di ortoressia sono di tipo autosomministrato: il Test di Bratman composto da 10 domande con risposta dicotomica SI/NO (profilo ortoressico con punteggio ≥ 4) e il Test ORTHO-15, che deriva dal precedente, costituito da 15 domande con risposte su scala Likert a 4 punti, in cui un punteggio <40 risulta indicativo di condizione clinicamente patologica. In letteratura non esistono studi volti ad indagare i comportamenti alimentari nei pazienti diabetici, affetti da epatopatia. Sono stati raccolti i dati riferibili a misure antropometriche, dati di laboratorio, stato civile, titolo di studio, professione svolta, i risultati del test di Bratman e del questionario ORTHO-15 di 44 pazienti, prevalentemente maschi (29,66%), con età media di 63 anni (± 8), affetti da diabete mellito di tipo 2 ed epatopatia.

Dati preliminari sullo studio della sintomatologia ortoressica tra pazienti diabetici affetti da epatopatia.

Brodosi L
Primo
Writing – Original Draft Preparation
;
Simonetti G
Secondo
Writing – Original Draft Preparation
;
Musio A
Data Curation
;
Marchesini G
Penultimo
Writing – Review & Editing
;
Pironi L
Ultimo
Supervision
2020

Abstract

L'ortoressia è una condizione caratterizzata da “un’ossessione patologica per il cibo sano” spesso basata su convinzioni nutrizionali erronee e/o stereotipate. Si tratta di un disturbo psicologico, anche se non ancora collocato nell’ultima edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), centrato sulla preoccupazione eccessiva di mantenere un’alimentazione sana, corretta e salutare che si protrae per lungo tempo con un incisivo impatto negativo sulla qualità di vita dell’individuo. I due test più utilizzati per indagare la presenza di ortoressia sono di tipo autosomministrato: il Test di Bratman composto da 10 domande con risposta dicotomica SI/NO (profilo ortoressico con punteggio ≥ 4) e il Test ORTHO-15, che deriva dal precedente, costituito da 15 domande con risposte su scala Likert a 4 punti, in cui un punteggio <40 risulta indicativo di condizione clinicamente patologica. In letteratura non esistono studi volti ad indagare i comportamenti alimentari nei pazienti diabetici, affetti da epatopatia. Sono stati raccolti i dati riferibili a misure antropometriche, dati di laboratorio, stato civile, titolo di studio, professione svolta, i risultati del test di Bratman e del questionario ORTHO-15 di 44 pazienti, prevalentemente maschi (29,66%), con età media di 63 anni (± 8), affetti da diabete mellito di tipo 2 ed epatopatia.
Atti del congresso.
N/A
N/A
Brodosi L, Simonetti G, Musio A, Petroni M.L, Gentile A, Genovese M, Marchesini G, Pironi L
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/829760
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact