Le filiere produttive della musica, e di tutto il mondo dello spettacolo dal vivo, sono state duramente colpite dalla crisi pandemica: le istituzioni pubbliche e gli enti privati sono stati costretti a bloccare le attività programmate e l’intero comparto ha dovuto ripensare e rinegoziare ex novo le proprie strategie e le azioni in essere. La crisi ha posto all’attenzione questioni ataviche, come il mancato riconoscimento di figure professionali che orbitano attorno al mondo della produzione e diffusione della musica. L'articolo si sofferma su realtà locali, come la città di Bologna, che hanno reagito con coraggio e inventiva, riadattando le proprie metodologie.

La musica in epoca di pandemia: le risposte e le prospettive

Anna Scalfaro;Giacomo Albert
2021

Abstract

Le filiere produttive della musica, e di tutto il mondo dello spettacolo dal vivo, sono state duramente colpite dalla crisi pandemica: le istituzioni pubbliche e gli enti privati sono stati costretti a bloccare le attività programmate e l’intero comparto ha dovuto ripensare e rinegoziare ex novo le proprie strategie e le azioni in essere. La crisi ha posto all’attenzione questioni ataviche, come il mancato riconoscimento di figure professionali che orbitano attorno al mondo della produzione e diffusione della musica. L'articolo si sofferma su realtà locali, come la città di Bologna, che hanno reagito con coraggio e inventiva, riadattando le proprie metodologie.
Anna Scalfaro; Giacomo Albert
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/828844
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact