Il saggio analizza i campi semantici della paternità e della figliolanza in Dante e Petrarca in rapporto alle rispettive poetiche: in particolare, è presa in esame la lettera Fam. XXI 15 di Petrarca, di cui viene proposta una lettura inedita, che mette in relazione le reticenze di Petrarca nei confronti della figura di Dante con la composizione dei Triumphi e con la loro prima diffusione.

Dante e Petrarca: scrivere il 'padre'

VECCHI, PAOLA
2009

Abstract

Il saggio analizza i campi semantici della paternità e della figliolanza in Dante e Petrarca in rapporto alle rispettive poetiche: in particolare, è presa in esame la lettera Fam. XXI 15 di Petrarca, di cui viene proposta una lettura inedita, che mette in relazione le reticenze di Petrarca nei confronti della figura di Dante con la composizione dei Triumphi e con la loro prima diffusione.
2009
P. Vecchi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/82578
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact