L'irresistibile sopravvivenza dello spazio politico