La necessità di comprendere e contrastare i crescenti livelli di aggressività e violenza che emergono nelle società contemporanee appare come un’esigenza ormai improcrastinabile: il presente report, in particolare, intende focalizzarsi sui fattori che possono portare la popolazione giovanile ad agire comportamenti violenti nei confronti di alcuni gruppi maggiormente vulnerabili. Al fine di analizzare le forme di conflitto, intolleranza e discriminazione, e, conseguentemente, di promuovere pratiche di contrasto ai fenomeni di polarizzazione, radicalizzazione ed estremismo violento venuti alla luce negli ultimi anni, la prima parte del documento contiene una rassegna della letteratura accademica sul tema, riferita sia al contesto internazionale che a quello italiano, con un focus specifico sulla presenza di movimenti estremisti violenti attualmente presenti in Italia. Tale lettura si avvale di un’ottica multi-dimensionale in grado di combinare in modo sintetico i diversi fattori (individuali, situazionali e socio/culturali) che agiscono sui differenti livelli, così da isolare pattern e meccanismi ricorrenti. La seconda parte della ricerca, che interessa la sezione empirica del progetto, ha avuto come obiettivo iniziale lo sviluppo di una mappatura esaustiva delle maggiori iniziative istituzionali e della società civile organizzata in termini di prevenzione della polarizzazione in tre regioni italiane: Emilia-Romagna, Lazio e Lombardia.

Estremismo violento e radicalizzazione giovanile: vettori, manifestazioni e strategie di intervento

Alessandro Bozzetti
;
2020

Abstract

La necessità di comprendere e contrastare i crescenti livelli di aggressività e violenza che emergono nelle società contemporanee appare come un’esigenza ormai improcrastinabile: il presente report, in particolare, intende focalizzarsi sui fattori che possono portare la popolazione giovanile ad agire comportamenti violenti nei confronti di alcuni gruppi maggiormente vulnerabili. Al fine di analizzare le forme di conflitto, intolleranza e discriminazione, e, conseguentemente, di promuovere pratiche di contrasto ai fenomeni di polarizzazione, radicalizzazione ed estremismo violento venuti alla luce negli ultimi anni, la prima parte del documento contiene una rassegna della letteratura accademica sul tema, riferita sia al contesto internazionale che a quello italiano, con un focus specifico sulla presenza di movimenti estremisti violenti attualmente presenti in Italia. Tale lettura si avvale di un’ottica multi-dimensionale in grado di combinare in modo sintetico i diversi fattori (individuali, situazionali e socio/culturali) che agiscono sui differenti livelli, così da isolare pattern e meccanismi ricorrenti. La seconda parte della ricerca, che interessa la sezione empirica del progetto, ha avuto come obiettivo iniziale lo sviluppo di una mappatura esaustiva delle maggiori iniziative istituzionali e della società civile organizzata in termini di prevenzione della polarizzazione in tre regioni italiane: Emilia-Romagna, Lazio e Lombardia.
Alessandro Bozzetti; Sara Brzuszkiewicz
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/820027
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact