Le incongruenze della "critica d'artista" e dell'occupazione in ambito culturale