Il futuro cominciò nel ’56, ma non fu per tutti