La ricerca persegue l’obiettivo di formulare e rispondere ad alcune domande relative al ruolo e alle competenze professionali dell’operatore che lavora con richiedenti e titolari di protezione internazionale. L’interrogativo di fondo nasce sul campo grazie all’esperienza della ricercatrice come operatrice di accoglienza presso la Provincia Autonoma di Trento, che costituisce il caso empirico approfondito. L’osservazione partecipante ha fatto emergere la rilevanza che le scelte, ruoli e valori degli operatori assumono nell’influenzare il significato dell’accoglienza praticata e talora persino i percorsi d’integrazione dei soggetti beneficiari. Oltre all’osservazione, la ricerca si è avvalsa di interviste in profondità a 55 operatori e di due focus groups “di controllo” circa la percezione esterna al ruolo con 8 titolari di protezione internazionale. Focalizzandosi sulle figure professionali che più lavorano con il concetto di “vulnerabilità” - operatori di accoglienza, assistenti sociali e psicologi - l’analisi va ad individuare i punti di intersezione e contatto tra le varie professionalità, permettendo di rilevare le micro-tattiche che sono messe in atto nella quotidianità del lavoro, rispetto alla formalità delle procedure. Si vedrà come l’operatore di accoglienza si sia di fatto professionalizzato all’interno del sistema, luogo dove ha sviluppato le proprie competenze e costruito le proprie “grammatiche d’azione”. Su un versante parallelo e a tratti convergente, assistenti sociali e psicologi sono invece professionalità che si sono formate “fuori” dal sistema-mondo dell’accoglienza ma, una volta arrivate “dentro”, si sono trovati ad assumere ruoli e competenze professionali in parte nuovi, che possono talora far emergere contraddizioni e contrasti, ma anche innovative forme di integrazione con quelle degli operatori di accoglienza.

Ruoli, mansioni e competenze professionali all'interno del mondo dell'accoglienza: professionalità a confronto

Giacomelli, Elena
2020

Abstract

La ricerca persegue l’obiettivo di formulare e rispondere ad alcune domande relative al ruolo e alle competenze professionali dell’operatore che lavora con richiedenti e titolari di protezione internazionale. L’interrogativo di fondo nasce sul campo grazie all’esperienza della ricercatrice come operatrice di accoglienza presso la Provincia Autonoma di Trento, che costituisce il caso empirico approfondito. L’osservazione partecipante ha fatto emergere la rilevanza che le scelte, ruoli e valori degli operatori assumono nell’influenzare il significato dell’accoglienza praticata e talora persino i percorsi d’integrazione dei soggetti beneficiari. Oltre all’osservazione, la ricerca si è avvalsa di interviste in profondità a 55 operatori e di due focus groups “di controllo” circa la percezione esterna al ruolo con 8 titolari di protezione internazionale. Focalizzandosi sulle figure professionali che più lavorano con il concetto di “vulnerabilità” - operatori di accoglienza, assistenti sociali e psicologi - l’analisi va ad individuare i punti di intersezione e contatto tra le varie professionalità, permettendo di rilevare le micro-tattiche che sono messe in atto nella quotidianità del lavoro, rispetto alla formalità delle procedure. Si vedrà come l’operatore di accoglienza si sia di fatto professionalizzato all’interno del sistema, luogo dove ha sviluppato le proprie competenze e costruito le proprie “grammatiche d’azione”. Su un versante parallelo e a tratti convergente, assistenti sociali e psicologi sono invece professionalità che si sono formate “fuori” dal sistema-mondo dell’accoglienza ma, una volta arrivate “dentro”, si sono trovati ad assumere ruoli e competenze professionali in parte nuovi, che possono talora far emergere contraddizioni e contrasti, ma anche innovative forme di integrazione con quelle degli operatori di accoglienza.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/810588
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact