Nel corso del basso Medioevo, spionaggio e delazione sono quasi sempre visti come strumenti nelle mani delle tirannidi per la repressione e il controllo del dissenso politico. Anche la delazione - spesso accompagnata da comportamenti negativi quali la menzogna, la calunnia, l'interesse privato, il tradimento - diventa uno strumento nelle mani dei regimi autoritari per controllare le diverse componenti della comunità e non è più strumento di denuncia di reati di natura pubblica.

Spie e delatori nel pensiero politico del tardo Medioevo

Berardo Pio
2020

Abstract

Nel corso del basso Medioevo, spionaggio e delazione sono quasi sempre visti come strumenti nelle mani delle tirannidi per la repressione e il controllo del dissenso politico. Anche la delazione - spesso accompagnata da comportamenti negativi quali la menzogna, la calunnia, l'interesse privato, il tradimento - diventa uno strumento nelle mani dei regimi autoritari per controllare le diverse componenti della comunità e non è più strumento di denuncia di reati di natura pubblica.
Riferire all'autorità. Denuncia e delazione tra Medioevo ed Età Moderna
205
217
Berardo Pio
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/809097
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact