A partire dal volume di Mark Johnson "The aesthetics of meaning and thought. The bodily roots of philosophy,science, morality, and art" (2018), vengono esaminate le implicazioni che riguardano la definizione di un modello di descrizione dell'interazione estetica. Nel dialogo tra gli autori viene prestata particolare attenzione al tema della costituzione estetica della significatività, cercando di mettere a fuoco la pluralità della nozione di esperienza che deriva da un approccio che coniuga il modello della mente estesa con la prospettiva del pragmatismo di John Dewey.

On Mark Johnson, The Aesthetics of Meaning and Thought. The bodily roots of philosophy, science, morality, and art

Giovanni Matteucci;
2020

Abstract

A partire dal volume di Mark Johnson "The aesthetics of meaning and thought. The bodily roots of philosophy,science, morality, and art" (2018), vengono esaminate le implicazioni che riguardano la definizione di un modello di descrizione dell'interazione estetica. Nel dialogo tra gli autori viene prestata particolare attenzione al tema della costituzione estetica della significatività, cercando di mettere a fuoco la pluralità della nozione di esperienza che deriva da un approccio che coniuga il modello della mente estesa con la prospettiva del pragmatismo di John Dewey.
Giovanni Matteucci, Mark Johnson, Hallgjerd Aksnes, Thomas Alexander, Tone Roald
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
869-1658-2-PB.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione (CCBY)
Dimensione 418.12 kB
Formato Adobe PDF
418.12 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/808436
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact