CCNL Assodelivery - UGL: una buca sulla strada dei diritti dei rider