L’evidenza morfologica nell’era digitale: per un’integrazione di teoria e computazione