Attraverso l'esame dei trattati cinque e secenteschi di retorica sacra (Francesco Panigarola, Agostino Valier, Paolo Aresi, Giovanni Botero) e delle prediche dei maggiori predicatori del tempo, si segue il dibattito interno ai diversi ordini religiosi (Cappuccini, Gesuiti, Oratoriani, Barnabiti...) su quella che doveva essere la predicazione. Nel dibattito, nel quale ebbero un ruolo centrale Filippo Neri e i due Borromeo, vengono fatte emergere in primo luogo le discussioni intorno al rapporto che doveva intercorrere tra predica orale e predica scritta, tra retorica sacra e retorica classica.

Forme e tendenze della predicazione barocca

BATTISTINI, ANDREA
2009

Abstract

Attraverso l'esame dei trattati cinque e secenteschi di retorica sacra (Francesco Panigarola, Agostino Valier, Paolo Aresi, Giovanni Botero) e delle prediche dei maggiori predicatori del tempo, si segue il dibattito interno ai diversi ordini religiosi (Cappuccini, Gesuiti, Oratoriani, Barnabiti...) su quella che doveva essere la predicazione. Nel dibattito, nel quale ebbero un ruolo centrale Filippo Neri e i due Borromeo, vengono fatte emergere in primo luogo le discussioni intorno al rapporto che doveva intercorrere tra predica orale e predica scritta, tra retorica sacra e retorica classica.
La Predicazione nel Seicento
23
48
Battistini A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/79155
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact