Il virus e la città. Sparizione, sospensione, immaginazione