I profondi mutamenti che, in epoca neoliberale, hanno investito il concetto stesso di libertà, valorizzando, come mai prima, razionalità di mercato e indifferenza per il contesto politico, sociale e culturale dell’agire individuale, hanno non solo aggravato le tradizionali forme di discriminazione contro le donne ma anche prodotto nuove forme di vulnerabilità e sottomissione. Di qui la necessità di una lettura critica dei nessi concettuali e culturali che legano il paradigma postfemminista al sistema discorsivo neoliberale. Le molteplici prospettive rappresentate in questo volume – dalla filosofia alla sociologia del diritto, dalla metaetica alla bioetica – convergono in una ricostruzione degli effetti più controversi del discorso neoliberale sulla vita individuale e sociale della donne: la retorica postfemminista della scelta e le nuove forme di omologazione e oggettivazione che ne derivano; i pregiudizi impliciti contro le donne e i nuovi tipi di discorso misogino e antifemminista; la rimozione del valore del lavoro di cura e la collocazione della riproduzione sociale e biologica nella sfera della finanziarizzazione e della precarietà. Le autrici e gli autori del volume esaminano queste tendenze anche per scorgervi le premesse di un discorso emancipativo, capace di creare nuovi spazi di comunicazione e sperimentazione politica in cui combinare democrazia radicale, pratiche di uguaglianza e cura.

Postfemminismo e neoliberalismo

Annalisa Verza;Silvia Vida
2020

Abstract

I profondi mutamenti che, in epoca neoliberale, hanno investito il concetto stesso di libertà, valorizzando, come mai prima, razionalità di mercato e indifferenza per il contesto politico, sociale e culturale dell’agire individuale, hanno non solo aggravato le tradizionali forme di discriminazione contro le donne ma anche prodotto nuove forme di vulnerabilità e sottomissione. Di qui la necessità di una lettura critica dei nessi concettuali e culturali che legano il paradigma postfemminista al sistema discorsivo neoliberale. Le molteplici prospettive rappresentate in questo volume – dalla filosofia alla sociologia del diritto, dalla metaetica alla bioetica – convergono in una ricostruzione degli effetti più controversi del discorso neoliberale sulla vita individuale e sociale della donne: la retorica postfemminista della scelta e le nuove forme di omologazione e oggettivazione che ne derivano; i pregiudizi impliciti contro le donne e i nuovi tipi di discorso misogino e antifemminista; la rimozione del valore del lavoro di cura e la collocazione della riproduzione sociale e biologica nella sfera della finanziarizzazione e della precarietà. Le autrici e gli autori del volume esaminano queste tendenze anche per scorgervi le premesse di un discorso emancipativo, capace di creare nuovi spazi di comunicazione e sperimentazione politica in cui combinare democrazia radicale, pratiche di uguaglianza e cura.
250
Annalisa Verza; Silvia Vida
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2020-638 interno1.pdf

accesso riservato

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso riservato
Dimensione 1.16 MB
Formato Adobe PDF
1.16 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Contatta l'autore

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/781981
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact