Il glaucoma secondario colpisce il cane con frequenza maggiore di quanto apparentemente appaia. Con questo lavoro si cerca di individuare eventuali correlazioni che possono esistere fra patologie primitive e razza, sesso,età, ecc. con il glaucoma secondario. Su di un gruppo di 475 pazienti affetti da patologie oculari, sono stai individuati 111 con glaucoma secondario. Per l’elaborazione statistica è stato impiegato il software SPSS for Windows versione 13.0 inc. Chicago Illinois 2004., utilizzando il test ² di Pearson. Per la quale sono stati considerati due gruppi di animali: un primo costituito da soggetti affetti da glaucoma secondario e un secondo costituito dai restanti soggetti affetti da altra patologia oculare. Il test ² è stato impiegato per valutare la possibile correlazione di questi gruppi con le variabili indagate nella casistica. È stato possibile utilizzare il test del 2 su due variabili non parametriche. Fra i dati significativi trovati citiamo: l’incidenza del glaucoma secondario presenta una differenza significativa nel corso degli anni, con picco di maggiore incidenza nella fascia di età compresa fra i 5 ed i 10 anni; nella ricerca di una possibile correlazione fra patologia primaria e glaucoma secondario, esiste un buon grado di probabilità che in caso di lussazione del cristallino si verifichi il glaucoma. Infine i risultati ottenuti sono stati confrontati con quelli della Letteratura a disposizione.

IL GLAUCOMA SECONDARIO DEL CANE: RASSEGNA CASISTICA

MASETTI, LORENZO;JOECHLER, MONIKA;PISONI, LUCIANO;BELLEI, EMMA;
2009

Abstract

Il glaucoma secondario colpisce il cane con frequenza maggiore di quanto apparentemente appaia. Con questo lavoro si cerca di individuare eventuali correlazioni che possono esistere fra patologie primitive e razza, sesso,età, ecc. con il glaucoma secondario. Su di un gruppo di 475 pazienti affetti da patologie oculari, sono stai individuati 111 con glaucoma secondario. Per l’elaborazione statistica è stato impiegato il software SPSS for Windows versione 13.0 inc. Chicago Illinois 2004., utilizzando il test ² di Pearson. Per la quale sono stati considerati due gruppi di animali: un primo costituito da soggetti affetti da glaucoma secondario e un secondo costituito dai restanti soggetti affetti da altra patologia oculare. Il test ² è stato impiegato per valutare la possibile correlazione di questi gruppi con le variabili indagate nella casistica. È stato possibile utilizzare il test del 2 su due variabili non parametriche. Fra i dati significativi trovati citiamo: l’incidenza del glaucoma secondario presenta una differenza significativa nel corso degli anni, con picco di maggiore incidenza nella fascia di età compresa fra i 5 ed i 10 anni; nella ricerca di una possibile correlazione fra patologia primaria e glaucoma secondario, esiste un buon grado di probabilità che in caso di lussazione del cristallino si verifichi il glaucoma. Infine i risultati ottenuti sono stati confrontati con quelli della Letteratura a disposizione.
ATTI XVI CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA' ITALIANA DI CHIRURGIA VETERINARIA
141
147
Masetti L.; Joechler M.; Pisoni L.; Bellei E.; Lombardi R.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/77962
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact