Sogni «naturali» e sogni «geroglifici» nelle novelle di Maupassant