Il tema della cordialità brasiliana passa attraverso una lunga storia di reinterpretazioni: dalla visione psicologizzante e ingenua di Ribeiro Couto, a quella culturalista di Freyre, basata sull’analisi della mestiçagem, a quella critica e pessimista di Sérgio Buarque de Holanda. Un’altra interpretazione, quella di Oswald de Andrade, offre invece un punto di vista differente che non rientra in nessuna delle precedenti visioni, rileggendo filosoficamente e antropofagicamente la cordialità. Ripercorrendo tutti i vari significati che ha assunto, è possibile comprendere i fraintendimenti che ha subito, in ambito accademico e nel senso comune, e riflettere sul legame costruito tra cordialità e brasilianità.

Cordialità, antropofagia e brasilianità

Alessia Di Eugenio
2020

Abstract

Il tema della cordialità brasiliana passa attraverso una lunga storia di reinterpretazioni: dalla visione psicologizzante e ingenua di Ribeiro Couto, a quella culturalista di Freyre, basata sull’analisi della mestiçagem, a quella critica e pessimista di Sérgio Buarque de Holanda. Un’altra interpretazione, quella di Oswald de Andrade, offre invece un punto di vista differente che non rientra in nessuna delle precedenti visioni, rileggendo filosoficamente e antropofagicamente la cordialità. Ripercorrendo tutti i vari significati che ha assunto, è possibile comprendere i fraintendimenti che ha subito, in ambito accademico e nel senso comune, e riflettere sul legame costruito tra cordialità e brasilianità.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/767551
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact