Alcune riflessioni sui profili organizzativi ai tempi del coronavirus