Negli ultimi decenni, nel quadro della teoria post-politica, si è sviluppato un ampio dibattito sui concetti di Politics e Political, discutendone la loro natura divergente e l’epistemologia conflittuale e avanzando una maggiore concettualizzazione del Political, dei relativi spazi e attori. Nel contesto della città neoliberale, i processi di rigenerazione urbana si possono ricondurre alla nozione di Politics, in riferimento alla loro natura tecnocratica e all’utilizzo di strumenti partecipatori di governance volti alla deliberazione del consenso. Nonostante l’apparente carattere inclusivo, le pratiche di rigenerazione tendono a marginalizzare il dissenso e perciò sono messe in discussione da esperienze sociali che possono ricondursi all’ambito del Political. Nell’ambito del dibattito della teoria post-politica, l’articolo mira a riflettere sulle politiche di rigenerazione urbana promosse nella città di Bologna e ad analizzare l’emergere del Political focalizzandosi su due movimenti sociali: il collettivo Labas e il movimento socio-ambientale Rigenerazione NO Speculazione. Se Labas è emerso come spazio urbano radicato nella comunità locale volto a promuovere una visione alternativa di città attraverso la difesa e valorizzazione dello spazio pubblico, Rigenerazione NO Speculazione ha rivendicato la democratizzazone dei processi di rigenerazione urbana promuovendo istanze quali la giustizia spaziale, ambientale e climatica. L’analisi di pratiche, posizioni, spazi e visioni dei due movimenti urbani ci permette di riflettere sulla natura eterogenea del Political in contrapposizione alle politiche urbane contemporanee

L’emergere del Political nei processi di rigenerazione urbana a Bologna: movimenti e spazi di dissenso

Andrea Zinzani
;
Matteo Proto
2020

Abstract

Negli ultimi decenni, nel quadro della teoria post-politica, si è sviluppato un ampio dibattito sui concetti di Politics e Political, discutendone la loro natura divergente e l’epistemologia conflittuale e avanzando una maggiore concettualizzazione del Political, dei relativi spazi e attori. Nel contesto della città neoliberale, i processi di rigenerazione urbana si possono ricondurre alla nozione di Politics, in riferimento alla loro natura tecnocratica e all’utilizzo di strumenti partecipatori di governance volti alla deliberazione del consenso. Nonostante l’apparente carattere inclusivo, le pratiche di rigenerazione tendono a marginalizzare il dissenso e perciò sono messe in discussione da esperienze sociali che possono ricondursi all’ambito del Political. Nell’ambito del dibattito della teoria post-politica, l’articolo mira a riflettere sulle politiche di rigenerazione urbana promosse nella città di Bologna e ad analizzare l’emergere del Political focalizzandosi su due movimenti sociali: il collettivo Labas e il movimento socio-ambientale Rigenerazione NO Speculazione. Se Labas è emerso come spazio urbano radicato nella comunità locale volto a promuovere una visione alternativa di città attraverso la difesa e valorizzazione dello spazio pubblico, Rigenerazione NO Speculazione ha rivendicato la democratizzazone dei processi di rigenerazione urbana promuovendo istanze quali la giustizia spaziale, ambientale e climatica. L’analisi di pratiche, posizioni, spazi e visioni dei due movimenti urbani ci permette di riflettere sulla natura eterogenea del Political in contrapposizione alle politiche urbane contemporanee
Andrea Zinzani; Matteo Proto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/762230
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact