Oggetto della presente memoria è lo sviluppo e l’applicazione di un approccio innovativo alla progettazione, gestione e controllo di una rete distributiva multi-livello ricorrendo a strumenti di programmazione lineare intera, analisi di raggruppamento, i.e. clustering analysis, e algoritmi euristici. Molte aziende operanti in contesti globali si trovano sempre più spesso a dover decidere se ed eventualmente quanti impianti produttivi e/o distributivi, quali centri distributivi – CEDI, transit point, etc., aprire, dove ubicarli di quali capacità dotarli, quali aree geografiche e clienti servire e con quali impianti e/o intermediari, quali distributori, dettaglianti, etc. A queste scelte strategiche si aggiungono quelle tattiche di gestione delle aree di stivaggio, di dimensionamento e controllo delle scorte di sicurezza, etc., e quelle operative di instradamento dei vettori dedicati al trasporto lungo le reti di traffico stradale e nel rispetto dei vincoli temporali imposti dai clienti e di quelli di capacità dei mezzi. Queste scelte possono essere effettuate in ottica multi prodotto, multi periodo e ricorrendo a modalità di trasporto alternative, tipo aereo, ferroviario, su strada, etc. I modelli proposti e il software che li implementa rappresentano una soluzione efficace alla gestione ed ottimizzazione di queste problematiche.

Una piattaforma software per integrare scelte strategiche, tattiche ed operative nella logistica distributiva

MANZINI, RICCARDO;BORTOLINI, MARCO;MORA, CRISTINA;REGATTIERI, ALBERTO
2009

Abstract

Oggetto della presente memoria è lo sviluppo e l’applicazione di un approccio innovativo alla progettazione, gestione e controllo di una rete distributiva multi-livello ricorrendo a strumenti di programmazione lineare intera, analisi di raggruppamento, i.e. clustering analysis, e algoritmi euristici. Molte aziende operanti in contesti globali si trovano sempre più spesso a dover decidere se ed eventualmente quanti impianti produttivi e/o distributivi, quali centri distributivi – CEDI, transit point, etc., aprire, dove ubicarli di quali capacità dotarli, quali aree geografiche e clienti servire e con quali impianti e/o intermediari, quali distributori, dettaglianti, etc. A queste scelte strategiche si aggiungono quelle tattiche di gestione delle aree di stivaggio, di dimensionamento e controllo delle scorte di sicurezza, etc., e quelle operative di instradamento dei vettori dedicati al trasporto lungo le reti di traffico stradale e nel rispetto dei vincoli temporali imposti dai clienti e di quelli di capacità dei mezzi. Queste scelte possono essere effettuate in ottica multi prodotto, multi periodo e ricorrendo a modalità di trasporto alternative, tipo aereo, ferroviario, su strada, etc. I modelli proposti e il software che li implementa rappresentano una soluzione efficace alla gestione ed ottimizzazione di queste problematiche.
Atti del XXXVI Convegno nazionale Federprogetti
1
15
MANZINI R.; BINDI F.; BORTOLINI M.; MORA C.; REGATTIERI A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/75932
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact