Nel contributo, l'autore identifica nel problema della colpa uno dei cardini interpretativi e strutturali dell’intera opera pavesiana. Nell’analisi del Diavolo sulle colline, parte centrale della trilogia della Bella estate, l’autore si discosta dalla tradizionale lettura di Furio Jesi, il quale accostava il problema della colpa alla religio mortis, e rilegge alla luce dell’ermeneutica di Finitudine e colpa di Paul Ricœur la funzione della colpa, quale dispositivo attraverso cui far riverberare sulla pagina il mito e il suo ruolo salvifico nella società.

Note per uno studio sul sentimento di colpa nell'opera di Cesare Pavese

Gasperina Geroni, Riccardo
2020

Abstract

Nel contributo, l'autore identifica nel problema della colpa uno dei cardini interpretativi e strutturali dell’intera opera pavesiana. Nell’analisi del Diavolo sulle colline, parte centrale della trilogia della Bella estate, l’autore si discosta dalla tradizionale lettura di Furio Jesi, il quale accostava il problema della colpa alla religio mortis, e rilegge alla luce dell’ermeneutica di Finitudine e colpa di Paul Ricœur la funzione della colpa, quale dispositivo attraverso cui far riverberare sulla pagina il mito e il suo ruolo salvifico nella società.
Critica delle emozioni
125
141
Gasperina Geroni, Riccardo
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/758575
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact