Giunta ormai al suo ventesimo anno di pubblicazione, «Schede Umanistiche. Rivista semestrale dell’Archivio Umanistico Rinascimentale Bolognese», è stata fondata nel 1987 da un’équipe riunita dal professor Ezio Raimondi, che comprende docenti afferenti al Dipartimento di Italianistica, di Discipline Storiche, di Filologia Classica; è diretta dal Prof. Leonardo Quaquarelli docente di Filologia italiana. Si occupa della tradizione e della storia dei testi umanistici e rinascimentali latini e italiani, con particolare interesse per gli autori bolognesi, ma accoglie contributi storico-artistici, di storia del libro (manoscritto e a stampa), tenendo però ferma l’impostazione filologica nel senso ampio della parola. Il comitato scientifico è composto da: Luisa Avellini (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Andrea Battistini (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Francesco Bausi (Università della Calabria), Carla Bernardini (Collezioni Comunali d’Arte, Bologna), Concetta Bianca (Università di Firenze), Cécile Caby (Université de Nice), Rosaria Campioni (IBC Emilia-Romagna), Angela De Benedictis (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Marc Laureys (Universität Bonn), David Marsh (Rutgers University, New Jersey), Giuseppe Olmi (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Marianne Pade (Aarhus Universitet), Perrine Galand-Hallyn (École Pratique des Hautes Etudes, Paris), Fulvio Pezzarossa (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Ezio Raimondi (IBC Emilia-Romagna), Fiorenza Tarozzi (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Paola Vecchi (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Diego Zancani (Balliol College, Oxford). Nel comitato di redazione operano: Anna Maranini, Lara Michelacci, Tina Montone, Francesco Sberlati, tutti dell’Università di Bologna. Il comitato scientifico, di ampia e composita fisionomia disciplinare, e che vede una ricca componente di autorevoli studiosi stranieri, operanti in Università europee e americane, si configura anche come comitato di referees che volta a volta, in forma anonima, selezionano e vagliano i contributi proposti per la pubblicazione. La rivista, ammessa a godere di finanziamenti d'Ateneo, è censita fra l’altro nei siti internet: http://www.arts.kuleuven.be/sph/links.htm#_Journals http://www.hecc.ucl.ac.be/rhe/bibliographierhe.htm#s http://www.italinemo.it/riviste/dettaglio_rivista.php?Titolo=SCHEDE%20UMANISTICHE

Schede Umanistiche

QUAQUARELLI, LEONARDO
2008

Abstract

Giunta ormai al suo ventesimo anno di pubblicazione, «Schede Umanistiche. Rivista semestrale dell’Archivio Umanistico Rinascimentale Bolognese», è stata fondata nel 1987 da un’équipe riunita dal professor Ezio Raimondi, che comprende docenti afferenti al Dipartimento di Italianistica, di Discipline Storiche, di Filologia Classica; è diretta dal Prof. Leonardo Quaquarelli docente di Filologia italiana. Si occupa della tradizione e della storia dei testi umanistici e rinascimentali latini e italiani, con particolare interesse per gli autori bolognesi, ma accoglie contributi storico-artistici, di storia del libro (manoscritto e a stampa), tenendo però ferma l’impostazione filologica nel senso ampio della parola. Il comitato scientifico è composto da: Luisa Avellini (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Andrea Battistini (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Francesco Bausi (Università della Calabria), Carla Bernardini (Collezioni Comunali d’Arte, Bologna), Concetta Bianca (Università di Firenze), Cécile Caby (Université de Nice), Rosaria Campioni (IBC Emilia-Romagna), Angela De Benedictis (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Marc Laureys (Universität Bonn), David Marsh (Rutgers University, New Jersey), Giuseppe Olmi (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Marianne Pade (Aarhus Universitet), Perrine Galand-Hallyn (École Pratique des Hautes Etudes, Paris), Fulvio Pezzarossa (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Ezio Raimondi (IBC Emilia-Romagna), Fiorenza Tarozzi (Università di Bologna, Dipartimento di Discipline Storiche), Paola Vecchi (Università di Bologna, Dipartimento di Italianistica), Diego Zancani (Balliol College, Oxford). Nel comitato di redazione operano: Anna Maranini, Lara Michelacci, Tina Montone, Francesco Sberlati, tutti dell’Università di Bologna. Il comitato scientifico, di ampia e composita fisionomia disciplinare, e che vede una ricca componente di autorevoli studiosi stranieri, operanti in Università europee e americane, si configura anche come comitato di referees che volta a volta, in forma anonima, selezionano e vagliano i contributi proposti per la pubblicazione. La rivista, ammessa a godere di finanziamenti d'Ateneo, è censita fra l’altro nei siti internet: http://www.arts.kuleuven.be/sph/links.htm#_Journals http://www.hecc.ucl.ac.be/rhe/bibliographierhe.htm#s http://www.italinemo.it/riviste/dettaglio_rivista.php?Titolo=SCHEDE%20UMANISTICHE
L. Quaquarelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/75055
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact