Nelle teorie traduttive, il lettore non viene considerato come un soggetto consapevole di ricevere un testo tradotto. Al lettore è assegnato un ruolo passivo nella fase di lavorazione, a tutto vantaggio di traduttore e committente. Nella pratica di ogni traduttore invece, il lettore è sempre presente, ed è stabilmente consapevole della ricezione di un testo che è stato tradotto. L’articolo indaga il ruolo del lettore nel processo di traduzione.

Appunti sul lettore di traduzioni: teorie, contesto traduttivo e mediazione interculturale

MENIN, ROBERTO
2008

Abstract

Nelle teorie traduttive, il lettore non viene considerato come un soggetto consapevole di ricevere un testo tradotto. Al lettore è assegnato un ruolo passivo nella fase di lavorazione, a tutto vantaggio di traduttore e committente. Nella pratica di ogni traduttore invece, il lettore è sempre presente, ed è stabilmente consapevole della ricezione di un testo che è stato tradotto. L’articolo indaga il ruolo del lettore nel processo di traduzione.
R. Menin
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/74932
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact