Le Sezioni Unite, nell’abbandonare l’acquisita distinzione tra criteri attributivi e criteri determinativi dell’assegno divorzile, hanno conferito rilievo determinante ai contenuti assunti in concreto dal rapporto matrimoniale. Il tutto in una prospettiva che richiede la lettura dei canoni dell’autodeterminazione e dell’autoresponsabilità alla luce del principio di dignità personale. Nondimeno la sentenza si espone ad alcuni rilievi critici.

L’ASSEGNO DIVORZILE SOTTO LA LENTE DELLE SEZIONI UNITE

Luigi Balestra
2018

Abstract

Le Sezioni Unite, nell’abbandonare l’acquisita distinzione tra criteri attributivi e criteri determinativi dell’assegno divorzile, hanno conferito rilievo determinante ai contenuti assunti in concreto dal rapporto matrimoniale. Il tutto in una prospettiva che richiede la lettura dei canoni dell’autodeterminazione e dell’autoresponsabilità alla luce del principio di dignità personale. Nondimeno la sentenza si espone ad alcuni rilievi critici.
Luigi Balestra
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/740517
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact