Antropologia: osservazioni sull’estetico tra Adorno e Gehlen